T-Shirt Project Gallery

FRATTALI:


il processo per cui si generano queste figure, viene dallo studio di un matematico polacco di nome Mandelbrot.

Quindi, per la generazione di queste figure, ho adottato un sistema simile, per cui partendo da una forma “madre”, questa, come se fosse vista in un Caleidoscopio, si trasforma e cambia colore.

Le possibilità di generazione sono infinite, decidere quale scegliere dipende dal caso quanto dal gusto personale.


ANTHROPOMORPHIC POLYGON:


Il progetto si basa, sulla costruzione di modelli antropomorfici 3D, non per la realizzazione di modelli tridimensionali ma di grafiche bidimensionali.

La classica costruzione poligonale, ed il gioco con campiture di colore, sottolineano l’aspetto grafico, creando texture in grado di esaltare le figure stesse.



 

ANIMALS&SOLIDS:


Il progetto si basa, sull’utilizzo di modelli 3D animali inseriti in un contesto del tutto estraneo alla loro natura, come per il progetto ANTHROPOMORPHIC POLYGON, l’utilizzo di programmi 3D serve a creare immagini dall’impatto grafico. Il contrasto tra le forme arrotondate degli animali e tra la spigolosità dei solidi, e dei loro colori forti, viene sottolineato, dallo sfasamento delle linee di demarcazione, come una sorta di errore di stampa; l’errore sull’errore.


 

MY RELIGION TODAY:


Il progetto MY RELIGION TODAY, parla della ricerca spasmodica di un percorso spirituale. L’uso esagerato della post-produzione sottolinea la spettacolarità che ogni individuo riconosce al proprio DIO e alle leggende ad esso associate. Partendo da ricerche personali, ciò che mi interessava era creare degli AVATAR, in grado di essere al passo con i tempi moderni, come ad enfatizzare l’evoluzione che ogni religione o credo, o percorso spirituale, è in grado di raggiungere nel tempo.



 

TALKING HAND:


Il linguaggio dei segni, è un’espressione di comunicazione non verbale, è un linguaggio solo per pochi, senza rumori.

Parlare con le mani, è prerogativa di una gruppo ristretto di persone, un aspetto estremo, in grado di ampliare le nostre capacità espressiva.

Utilizzando l’alfabeto dei segni si possono manifestare appartenenze o ribadire concetti che ad altri sfuggono.

(legenda)


 

DADA:


Prendendo spunto dai vecchi collage in stile DADA, ho cercato di raccontare delle storie dalla componente assurda, ritagliando parti di vecchie pubblicità, e rimettendole assieme, pescandole da un sacchetto, in vero stile Dadista.

Questi sono alcuni risultati, la componente della casualità, ha generato, appunto, delle storie che sembrano raccontare, pubblicità attuali, in cui super mamme in carriera, riescono a preparare la cena con lo sguardo, o l’eterno conflitto tra fratelli e sorelle, di serie TV mai fuori moda.